Debiti: come fare per estinguerli

Estinguere i debiti e riappropriarsi delle proprie libertà finanziarie è il sogno di milioni di italiani. Tuttavia, la crisi economica e difficoltà individuali rendono spesso arduo procedere all’estinzione dei debiti, aprendo margini di incertezza su cosa si possa realmente fare per poterli chiudere definitivamente.

Dal consolidamento debiti al ricorso alla legge per l’emergenza debiti, sono tante le soluzioni utili per poter uscire dai debiti. Scopriamole insieme.

Come estinguere i debiti

La prima cosa che bisogna fare per poter estinguere i debiti è, evidentemente, cercare di capire quale sia la propria situazione di riferimento. Dunque, tutti coloro che in questo momento si stanno domandando in che modo estinguere i propri debiti italiani, dovrebbero innanzitutto fare il punto su quanto devono, a chi, ed entro quanto tempo.

Nella concretezza, è dunque bene fare una lista dei propri debiti, includendo il nome del creditore, il debito residuo, le rate mensili che si corrispondono e la data di scadenza del prestito. Avere ben chiari quali sono i debiti che bisogna fronteggiare è il primo passo per poter procedere in maniera più chiara e trasparente.

Agire tempestivamente

Sia che si voglia richiedere un mutuo consolidamento debiti, sia che si vogliano pareggiare i propri debiti fuori bilancio, il secondo passo che bisogna fare per poter estinguere i debiti è agire tempestivamente.

Dunque, è certamente opportuno evitare di accumulare troppi pagamenti tardivi, perché molte morosità renderanno sicuramente molto più difficile accedere alle migliori soluzioni per la risoluzione della propria crisi da debito. Inoltre, interessi e penali rischiano di sommarsi piuttosto rapidamente, facendo ingigantire il volume complessivo di debiti da ripagare.

Analizzare la propria situazione debitoria

Fatto ciò, giunge il momento di compiere delle scelte. Se si ha la disponibilità finanziaria, è sicuramente utile procedere all’individuazione di quali debiti estinguere per primi

È in particolar modo consigliabile iniziare con il puntare con l’estinzione dei debiti che hanno tassi di interesse più elevati rispetto ad altri debiti, andando così a ridurre il peso degli oneri debitori che gravano sul proprio bilancio.

Cosa fare se non si riesce a rispettare le scadenze

Naturalmente, le cose cambiano nel momento in cui il debitore non riesca più a rispettare tutte le scadenze.

Nel caso in cui ci si renda conto che è difficile pagare il debito e le altre scadenze con la puntualità richiesta, riteniamo fondamentale ricorrere alla consulenza di uno specialista debiti, ovvero di un professionista esperto nella gestione dei debiti, che possa aiutare il debitore nella scelta delle leve maggiormente opportune per la risoluzione della propria crisi finanziaria.

Ad esempio, ricordiamo come la legge n. 3/2012 abbia introdotto nel nostro ordinamento una serie di procedure per la risoluzione della condizione di eccessivi debiti, come il piano del consumatore, l’accordo di composizione della crisi, la liquidazione del patrimonio.

Consulenza per l’estinzione dei debiti

Da quanto sopra dovrebbe essere particolarmente chiaro che le soluzioni per poter risolvere la propria crisi da eccessivi debiti sono molto numerose, e come tali meritino di essere fronteggiate con la giusta competenza e conoscenza, grazie alla presenza di uno specialista debiti che possa effettuare una consulenza personalizzata nei confronti del proprio cliente, aiutandolo a gestire al meglio l’indebitamento, e conseguendo in tempi rapidi una panoramica chiara e definita sui percorsi che sarà possibile intraprendere per poter uscire fuori dalle proprie difficoltà finanziarie. 

Considerato che buona parte delle procedure di risoluzione del sovraindebitamento dipende dalla tempestività con cui si decide di agire, il nostro suggerimento è quello di intervenire il prima possibile nell’analisi della propria soluzione debitoria.

In questo modo, scoprirai quanto sia concretizzabile l’uscita da una situazione di eccessivi debiti, e quanto possa essere vicino il riappropriarsi di una piena capacità di autogestione delle proprie finanze!

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su