soluzione debiti Equitalia

Qual è la soluzione ai debiti Equitalia?

debiti Equitalia, intendendo per tali quelli verso l’Agenzia per la Riscossione, sono sicuramente uno dei più temuti eventi di qualsiasi consumatore o impresa. Ed è per questo motivo che la ricerca di una soluzione debiti Equitalia è una delle più frequenti da parte dei debitori, che vivono spesso con l’errata percezione di non poter risolvere la propria crisi da sovraindebitamento proprio a causa della presenza di queste posizioni passive.

Ma è così? O i debiti con Equitalia si possono risolvere? E come estinguere i debiti con Equitalia riappropriandosi in questo modo del necessario equilibrio economico finanziario, e di una migliore serenità?

Soluzione debiti Equitalia: tante alternative a tua disposizione

Come avrai modo di comprendere ricorrendo al nostro servizio utile per risolvere problemi con Equitalia, le soluzioni a tua disposizione sono davvero numerose, a cominciare da quella che ti permetterà di cancellare completamente le tue posizioni passive nei confronti dell’Agenzia per la Riscossione: sfruttare i termini di prescrizione che la legge riconosce, e che ti permetterà – una volta trascorsi i termini di legge – di non dover più pagare tale debito.

Tieni però conto che i termini di prescrizione delle cartelle di Equitalia dipendono dalle motivazioni sottostanti la cartella. Per esempio, l’IRPEF si prescrive 10 anni dopo la scadenza del termine di impugnazione, mentre le multe si prescrivono in 5 anni. Il tutto, sempre che i termini non siano stati interrotti attraverso alcune azioni che fanno ripartire dall’inizio il conteggio, come l’invio di un sollecito di pagamento o il rinnovo della notifica.

Come ridurre i debiti con Equitalia

Se la cartella Equitalia è valida, ovvero non sono ancora decorsi i termini di prescrizione, puoi comunque cercare di ridurre i debiti attraverso alcune soluzioni di legge particolarmente utili, come la l. n. 3/2012, la quale ha introdotto per privati e piccoli operatori economici la possibilità di risanare i propri debiti, intendendo per tali anche le posizioni nei confronti del Fisco.

Il procedimento di composizione della crisi da sovraindebitamento ti consentirà infatti di trovare un accordo con i creditori, eliminando così l’esposizione debitoria che non puoi fronteggiare con i tuoi attuali mezzi. Tra i creditori di cui sopra puoi annoverare anche Equitalia, la quale non potrà esperire azioni cautelare o esecutive nelle more del perfezionamento dell’intesa.

Un altro modo molto utile per poter trovare una valida soluzione debiti Equitalia è quella di proporre un saldo e stralcio. Attraverso tale procedura si cerca di ridurre il debito residuo nei confronti dell’Agenzia per le Riscossioni, in cambio del versamento in un’unica soluzione.

Conclusioni sulla soluzione debiti Equitalia

Evidentemente, le opportunità che hai a disposizione per trovare una soluzione ai debiti Equitalia sono molto più numerose. Si pensi, per esempio, ai debiti di Equitalia che fanno parte della successione: in questo caso potresti valutare di evitare il pagamento degli importi presenti nella cartella esattoriale rinunciando all’eredità.

Proprio perché numerose sono le soluzioni a cui potresti avere accesso, il nostro suggerimento non può che essere quello di ricorrere al servizio di consulenza di un’agenzia specializzata nella risoluzione delle crisi da sovraindebitamento, come la nostra.

In questo modo potrai ottenere un’analisi completa e dedicata sulla tua specifica situazione debitoria nei confronti di Equitalia, arrivando a definire la gamma completa di tutte le soluzioni che potresti scegliere di abbracciare per poter ritrovare la migliore serenità finanziaria, e risolvere i tuoi problemi con Equitalia in modo semplice, rapido ed efficace.

Ti suggeriamo dunque di contattarci subito per la soluzione debiti Equitalia, senza indugio e senza alcun impegno. Trovi i nostri recapiti nella parte inferiore di ogni pagina: saremo lieti di fornirti ogni possibile supporto per trovare la migliore soluzione per i tuoi debiti nei confronti dell’Agenzia della Riscossione!

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su