atto di citazione per restituzione interessi anatocistici

Come compilare l’atto di citazione per restituzione interessi anatocistici?

Se una perizia effettuata da un tuo consulente di riferimento ha fatto emergere che hai pagato interessi anatocistici sul conto corrente, puoi ben richiedere la restituzione di parte di questi al tuo istituto di credito. E, per farlo, è fondamentale compilare correttamente un atto di citazione per restituzione interessi anatocistici da parte del tuo esperto di fiducia.

Ma come si compila l’atto di citazione per restituzione degli interessi anatocistici? Ci sono dei modelli da cui puoi prendere riferimento?

Atto di citazione per restituzione interessi anatocistici, puoi compilarlo da solo?

Prima di comprendere da cosa è composto un modello di atto di citazione anatocismo bancario, permettici di ricordare che trattandosi di un atto citazione usura bancaria, e dunque di un documento molto importante e molto delicato per la materia trattata, ti sconsigliamo di procedere in maniera improvvisata nel ricostruire tutte le informazioni utili per predisporre questo tipo di documentazione.

Oltre alla specificità dei dati che sono contenuti in questo atto, infatti, è pur sempre vero che molto spesso i modelli che puoi trovare online sono generici, poco adatti a ricostruire il tuo caso e, dunque, scarsamente utili per poter far valere i tuoi diritti nelle sedi più opportune.

È invece molto meglio ricorrere alla consulenza di un esperto, specializzato nella difesa degli interessi dei debitori, che potrà costruire su misura delle tue esigenze un atto di citazione per restituzione interessi anatocistici che possa efficacemente supportare le tue richieste.

Da cosa è composto l’atto di citazione per la restituzione degli interessi anatocistici

Premesso quanto sopra, possiamo comunque cercare di condividere alcune riflessioni sulla composizione dell’atto di citazione per restituzione interessi anatocistici, individuandone diversi punti fondamentali.

In primo luogo, la parte introduttiva dell’atto di citazione dovrà contenere i dati degli attori e le parti convenute, al fine di indicare chi è il soggetto che agisce contro – si immagina – l’istituto di credito.

Quindi, troveranno spazio le premesse, al cui interno si dovrà:

  • illustrare che il debitore intrattiene uno o più rapporti di conto corrente con la banca e indicare quali sono;
  • chiarire per esempio se tali rapporti bancari abbiano avuto inizio prima o dopo l’entrata della legge sulla Trasparenza bancaria
  • indicare quali sono i saldi debitori maturati sul conto corrente e quali sarebbero i saldi senza l’applicazione degli interessi anatocistici;
  • riepilogare quali sono state le comunicazioni pregresse tra cliente e banca, con particolare riferimento alle messe in mora per l’ottenimento di documenti o della restituzione degli interessi erroneamente percepiti;
  • le eventuali CTP;
  • la disponibilità ad una definizione bonaria.

Una volta terminata l’esposizione delle premesse si potrà procedere con il riportare i motivi per cui si richiede la condanna dell’istituto di credito alla restituzione degli interessi anatocistici, argomentando, ad esempio, la nullità della clausola di determinazione dell’interesse ultralegale, le violazioni del TUB, l’illegittimità della pattuizione e dell’applicazione della capitalizzazione periodica dell’interesse composto, e così via.

In conclusione a ciò, troverà spazio la vera e propria citazione nei confronti dell’istituto di credito con l’invito al tribunale a procedere gli accertamenti.

Conclusioni

Come abbiamo visto nelle scorse righe, gli elementi che compongono l’atto di citazione sono numerosi e molto complessi. E difficilmente si potrà procedere senza il coinvolgimento di un esperto in materia, che potrà ricostruire preventivamente tutta la documentazione e l’evoluzione dei rapporti, supportando così tale procedimento.

Se vuoi saperne di più ti invitiamo a contattare la nostra agenzia ai recapiti che trovi a margine: valuteremo con te quali siano i presupposti su cui sia o meno possibile procedere con la realizzazione di un atto di citazione per restituzione interessi anatocistici con cui poter far valere i propri diritti nei confronti di banche e finanziarie.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su