Patteggiamento con Equitalia

Pattagiamento con Equitalia: come avviare una trattativa per i Debiti

Quando si sono contratti svariati debiti con il fisco, si pensa di poter ricorrere a un patteggiamento con Equitalia.

Di fatto, però, non è possibile patteggiare con Equitalia, in quanto ente pubblico. A differenza di una banca o di una finanziaria o di un qualsiasi altro tipo di creditore, l’ente pubblico non può venire a patti col cittadino, perché significherebbe favorire una persona piuttosto che un’altra, venendo meno a obblighi legali imposti all’ente stesso.

Quindi non è possibile richiedere un patteggiamento, ma è possibile avviare una trattativa, attraverso varie soluzioni, per eliminare i debiti con Equitalia.

In che modo? Scopriamolo in questa piccola guida!

Debiti e patteggiamento con Equitalia: come Accedere alla Rateizzazione

Anche se non è possibile patteggiare con Equitalia, si può comunque risolvere la propria situazione debitoria attraverso una rateizzazione fino a un massimo di 72 mesi.

Nel caso in cui si abbia un ISEE basso e si possa comprovare che la propria disponibilità economica attuale non permette di pagare il debito in sole 72 rate. Si può contattare Equitalia o andare a uno degli sportelli dell’Agenzia dell’Entrate e Riscossione sul territorio dove si risiede, per richiedere una rateizzazione più lunga con una durata di 120 mesi.

Oltre alla rateizzazione, c’è stata la possibilità di accedere al patteggiamento con Equitalia, previsto dal Governo con la legge sulla Pace Fiscale, che permetteva a chi aveva un ISEE sotto i 20 mila euro di ottenere un abbattimento della somma complessiva da corrispondere per riuscire ad uscire dalla propria situazione debitoria.

Al momento, però, chi non ha aderito al Saldo e Stralcio per i debiti Equitalia nel 2019, non è più possibile accedere a questa forma di pagamento. Lo stesso vale per la Rottamazione Ter dell’Agenzia Entrate e Riscossione. Dunque, l’unica soluzione al momento per riuscire a ripagare il debito con Equitalia senza ricorrere ad altre soluzioni è attraverso la rateizzazione del debito.

Si può trattare con Equitalia?

Se non si ha la disponibilità economica sufficiente per riuscire a pagare il debito contratto con Equitalia nemmeno con la rateizzazione del debito, una soluzione è quella offerta dalla Legge 3/2012.

La Legge 3/2012 permette a tutti coloro che rientrano nell’accezione di consumatori, e che non sono soggetti fallibili, di accedere al Piano del Consumatore.

La procedura permette a tutte le persone fisiche che non possono far fronte ai debiti contratti di accedere a una soluzione che li aiuta a giungere a un accordo di ristrutturazione del debito.

Questa è una soluzione ideale per coloro che si trovano in una condizione di squilibrio tra obbligazioni assunte e patrimonio liquidabile che non possiedono redditi sufficienti per ripagare tutti i debiti accumulati.

Si accede a questo piano, utile per trattare con Equitalia, solo se i debiti non provengono da attività professionali o imprenditoriali. Il debitore dovrà anche dimostrare di trovarsi in quella condizione per cause esterne e non per una condotta colposa.

Non potendo patteggiare con Equitalia in altro modo, ci si può avvalere del Piano del Consumatore, procedura per la quale non occorre l’approvazione del creditore, ma solo quella del Giudice.

Ristrutturazione del debito, un modo per trattare con Equitalia

Lo stato mette a disposizione del cittadino anche un’altra soluzione per trattare con Equitalia e risolvere il problema dei debiti: la ristrutturazione del debito.

Questa procedura è valida non solo per i privati, ma anche per i professionisti, gli imprenditori ecc…L’accordo di ristrutturazione va negoziato e poi approvato e sottoscritto dai creditori che siano titolari di almeno il 60% dei crediti complessivi.

Se si sta cercando di ottenere l’azzeramento dei debiti con Equitalia, si potrà procedere in tre modi diversi:

  • con un accordo ordinario come previsto dall’articolo 57 del D. lgs. 14/2019;
  • con un accordo agevolato come previsto dall’articolo 60 del D. lgs 14/2019;
  • con un accordo a estesa efficacia, art. 61 del D. lgs 14/2019.

La procedura migliore verrà valutata in base alla tipologia di debito e anche alla soluzione migliore prospettata per il debitore al fine di uscire dai problemi con Equitalia.

Hai bisogno di uscire dai debiti con Equitalia? Contatta gli esperti di Specialista Debiti! Per riuscire a trovare una soluzione idonea alla tua situazione debitoria.

Condividi l'articolo

Torna su