casa pignorata

Casa pignorata: come risolvere la situazione ed evitare l’asta?

Purtroppo, non sono pochi i casi in cui si ha a che fare con una casa pignorata e non si sa bene come comportarsi e soprattutto come evitare l’asta giudiziaria. Poiché si tratta di una situazione molto complessa, il consiglio è sempre quello di affidarsi a un consulente competente che possa guidare attraverso l’intero processo per evitare le vendita all’asta dell’immobile.

casa Pignorata: come avviene e cosa prevede

Il pignoramento casa è possibile quando si hanno contratto dei debiti che non sono stati pagati. Sarà quindi il soggetto creditore (una banca, i fornitori, un ente pubblico, ma praticamente qualunque soggetto) a richiedere il pignoramento dei beni del debitore per il risarcimento del credito.

Questo vuol dire che, in pratica, se si ha un debito con la banca che non viene onorato, la banca potrà richiedere il pignoramento della casa e procedere alla sua vendita all’asta. In Questo modo, la banca potrà riavere i soldi ed il debito viene così saldato.

L’atto di pignoramento casa viene emanato dal Tribunale dove risiede il debitore. Si tratta di un atto esecutivo che, quindi, può essere fatto valere da chi lo ha richiesto, in questo caso il creditore, senza ulteriori passaggi.

Il debitore viene informato del pignoramento della casa attraverso una raccomandata che contiene l’atto giudiziario e che solitamente viene inserita in una busta verde. L’avviso di giacenza riporterà il codice 6683, normalmente utilizzato per questo tipo di comunicazioni.

Per arrivare al pignoramento della casa, però, la procedura è piuttosto lunga. Infatti, prima viene notificato al debitore il decreto ingiuntivo che attesta, tramite sentenza del Tribunale, il debito e la relativa somma.  Poi, con il precetto, si notifica il termine perentorio per estinguere il debito e, solo alla fine di questi procedimenti si può avviare il pignoramento casa.

Attenzione però perché, in caso di debiti con l’Agenzia delle Entrate e riscossione, questo ente ha la possibilità di saltare le fasi descritte e arrivare direttamente alla procedura di pignoramento.

Vendita all’asta case pignorate dalle banche: come evitarla?   

La vendita delle case pignorate dalle banche è l’ultimo step di questo processo che porta il debitore a perdere la propria casa.

Tuttavia, ci sono due possibilità offerte dalla legge per evitare che ciò avvenga:

  • Rinegoziazione del debito o saldo e stralcio: ovvero trovare un accordo con i creditori che consenta di bloccare la vendita all’asta della casa. Questo accordo prevede la firma del contratto di transazione e, con il pagamento, la procedura esecutiva viene interrotta.
  • La Legge 3 2012 che prevede la presentazione di un piano di rientro al Tribunale di competenza e che permette di salvare la casa anche dopo l’avvio dell’asta immobiliare.

A volte, ma ciò capita molto raramente, è il giudice a interrompere l’asta immobiliare perché ritiene che il suo valore si sia ridotto così tanto da non essere sufficiente a saldare il debito.

Tuttavia, per affrontare il pignoramento della casa e risolvere questa delicata e complessa situazione, l’unico modo è affidarsi a personale esperto e con esperienza che potrà supportare il debitore in ogni fase.

La prima casa può essere pignorata?

Quando si ha a che fare con il pignoramento casa una delle domande più frequenti è chiedersi se, in caso di debiti insoluti, la prima casa può essere pignorata.

Quindi, se si tratta della casa in cui si vive e si risiede, purtroppo questa può essere pignorata in caso di debiti contratti con privati o banche.

Se, invece, il creditore è un ente pubblico, come l’Agenzia delle Entrate o Equitalia, la prima casa non è pignorabile. Sono escluse le case di lusso che, invece, possono rientrare nel pignoramento.

Poiché le procedure di pignoramento casa possono portare a effetti diversi, è bene capire come intervenire per evitare il pignoramento e soprattutto la vendita all’asta. Contattaci se vuoi evitare che la casa venga pignorata oppure per risolvere la tua situazione debitoria prima di arrivare al pignoramento!

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su