ricomprare casa all'asta

Ricomprare casa all’asta è possibile? In che modo agire?

Si può ricomprare casa all’asta? Quando non si riescono a pagare i debiti, purtroppo, si può andare incontro al pignoramento della casa e così questa viene messa in vendita.

Con questa procedura esecutiva, infatti, la casa viene messa all’asta in modo tale che dalla sua vendita possano essere ripagati i creditori. Una delle prime domande che ci si pone, se si rischia di ritrovarsi in questa situazione, è se è possibile ricomprare casa all’asta.

La risposta, come si può immaginare, è che purtroppo questo non è possibile. Il debitore, infatti, se avesse la disponibilità economica per riacquistare la propria casa all’asta, potrebbe evitare la procedura esecutiva. Inoltre, l’acquisto della casa a un prezzo ribassato costituirebbe una violazione dei diritti dei creditori.

Vendere casa pignorata: chi può partecipare all’asta

Vendere casa pignorata: come e chi partecipa all’asta? Se non è concesso al debitore ricomprare la propria casa all’asta, è pur vero che, una soluzione per evitare che questa finisca in mani di estranei è far partecipare all’asta giudiziaria un parente.

Infatti, la normativa italiana prevede che chiunque possa partecipare a questa procedura da cui vengono esclusi il debitore, il custode giudiziario o il delegato alla vendita dell’immobile.  Amici e familiari, quindi, non sono limitati giuridicamente in via assoluta, purché questi agiscano in proprio nome e per proprio conto. 

É per questo motivo che, a volte, alle aste giudiziarie partecipano parenti stretti del debitore, come il figlio o altri. Tuttavia, è bene specificare che queste persone non devono comparire nello stato di famiglia e non possono far vivere il debitore in quella casa, altrimenti sarebbe un comportamento agito nel suo interesse. 

Tuttavia, poiché partecipare a un’asta giudiziaria è una procedura che va seguita con attenzione e non sempre si ha la giusta dimestichezza con le procedure e le attività da compiere è bene affidarsi a degli specialisti esperti. 

Conviene sempre ricomprare la propria casa all’asta?

Se si fa ricomprare la casa all’asta da amici o parenti, però, è importante anche valutare se si tratta di una buona scelta. Infatti, molto dipende dall’ ammontare del debito. Se questo, ad esempio, ammonta a una cifra pari a 400.000 euro, mentre la casa pignorata ha un valore di 200.000 euro, è logico che tentare di acquistare l’immobile all’asta, magari a un prezzo ribassato, è una soluzione conveniente.

Bisogna però considerare che, in questo caso, poiché il debito non viene estinto, il creditore può comunque agire contro debitore, rifacendosi, ad esempio, sui beni intestati a suo nome al fine di soddisfare il credito che gli spetta. 

Quando invece il valore della casa che viene pignorata supera di gran lunga quello del debito, allora chi acquista la casa potrebbe richiedere un’offerta di saldo e stralcio, in modo da estinguere anche il debito. Si tratta in questo caso, di stipulare un accordo di transazione tra le parti.

Il saldo e stralcio, infatti, permette al creditore di ricevere immediatamente una somma di denaro, seppur inferiore a quanto dovuto, senza dover ricorrere a procedure esecutive lunghe e onerose, mentre il debitore potrà saldare le obbligazioni senza intaccare la sua liquidità.

Conclusione: cosa fare invece di ricomprare casa all’asta?

In conclusione, invece di attendere che la casa sia posta all’asta, sarebbe meglio poter contattare i creditori direttamente per trovare con loro un accordo che permetta la ristrutturazione del debito. In questo modo si ha la possibilità di uscire dalla situazione debitoria in tempi più brevi evitando di perdere la propria abitazione e riscattandola grazie a un accordo con il creditore.

Facendo sì che anche per la banca o il creditore sia più semplice rientrare di una percentuale di quanto vantato rispetto ad aspettare la vendita all’asta. Se la tua casa è stata pignorata oppure rischia di esserlo non attendere oltre e contatta noi di Specialista Debiti

Condividi l'articolo

Torna su