equitalia rottamazione cartelle

Equitalia rottamazione cartelle: ultime notizie

Oggi non si parla di altro, dunque vogliamo fare un approfondimento sul tema: Equitalia rottamazione cartelle: le ultime novità.

Il recente decreto Sostegni-Bis ha rimandato al prossimo 31 luglio il pagamento delle cartelle esattoriali che erano state sospese durante l’emergenza Covid-19. Dunque, viene portato al 31 luglio il termine dei versamenti sospesi che derivano dalle cartelle di pagamento, dagli avvisi di addebito e dagli avvisi di accertamento esecutivi affidati all’Agente della riscossione, ex Equitalia. Viene invece sospeso fino al 30 giugno il termine per l’invio delle nuove cartelle esattoriali e l’avvio delle nuove procedure cautelari o esecutive di riscossione, come per esempio i fermi amministrativi, le ipoteche e i pignoramenti.

Equitalia rottamazione cartelle news

Ricordiamo che tali provvedimenti si sono resi necessari in seguito agli shock economici determinati dalla crisi determinata dal Covid-19. 

Le imprese, i professionisti e i lavoratori autonomi sono infatti stati fortemente colpiti dagli effetti della pandemia, che – tra le altre conseguenze – ha determinato delle sofferenze in termini di disponibilità liquide.

La carenza di liquidità ha a sua volta compromesso la possibilità di far fronte al pagamento delle cartelle esattoriali e degli altri atti di Equitalia. Ne è derivata una serie di interventi da parte del governo, come ad esempio la sospensione dell’attività di riscossione con il decreto Cura Italia, che ha dato il via a una serie di decreti emergenziali susseguitisi nel corso del tempo. 

Ultimissime Equitalia rottamazione cartelle, cosa succede da giugno

In materia di notizie cartelle Equitalia, non possiamo non ricordare che dal prossimo 20 giugno entra nel vivo la fase operativa della rottamazione delle cartelle. Di fatti, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha annunciato che entro 30 giorni dal provvedimento (20 giugno) verrà emesso il decreto che disciplinerà in maniera più dettagliata l’annullamento delle cartelle.

Rammentiamo in merito come le cartelle esattoriali che verranno rottamate dovranno rispettare alcuni criteri piuttosto rigidi. 

Equitalia rottamazione cartelle news: quali cartelle saranno rottamate

Le cartelle esattoriali che saranno oggetto della rottamazione Equitalia 2021 sono quelle che:

  • non superano un importo complessivo pari a 5.000 euro;
  • sono riconducibili al periodo fiscale da l1 gennaio 2000 al 31 dicembre 2010;
  • si riferiscono a contribuenti il cui reddito non supera i 30.000 euro.

Stando a quanto affermano le stime formulate in sede di governo, la rottamazione delle cartelle esattoriali dovrebbe riguardare circa 16 milioni di cartelle.

Come usufruire della rottamazione delle cartelle

Dal momento in cui la rottamazione entrerà nella fase operativa, il contribuente vedrà annullati i propri sospesi con l’Agenzia delle Entrate. Il provvedimento prevede che la rottamazione sia automatica e, dunque, il contribuente non dovrà presentare alcuna istanza.

Nell’ipotesi in cui, invece, nell’arco temporale tra il Decreto Sostegni e il decreto ministeriale in corso di elaborazione, il contribuente avesse pagato il contributo che è soggetto ad annullamento, lo stesso verrà rimborsato dall’Agenzia delle Entrate. Di contro, nel caso in cui il pagamento sia avvenuto prima dell’entrata in vigore del decreto del 23 marzo, allora non ci sarà alcuna forma di rimborso.

Nella speranza che questo approfondimento ti sia stato utile per avere un’idea più consapevole di quanto sta avvenendo nel novero delle cartelle esattoriali, tra sospensioni e rottamazioni, ti invitiamo a consultare alcuni articoli sullo stesso tema, come ad esempio la procedura di esdebitazione di Equitalia e qual è la soluzione ai debiti Equitalia

Se invece vuoi sottoporci il tuo caso, perché vuoi scoprire come poter risolvere la tua crisi da sovraindebitamento e vuoi analizzare quali siano le strade che puoi intraprendere per arrivare alla migliore soluzione, non ti rimane altro da fare che contattare uno dei nostri specialisti dei debiti ai contatti che trovi in ogni pagina del nostro sito: valuteremo insieme a te che cosa fare e quali risultati puoi ottenere con il nostro intervento!

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Torna su